(Stra)ordinariamente

Felice_TagliaferriChi dice che non si può?!
Come afferma Simona Atzori, ballerina e pittrice di fama internazionale, “I limiti sono solo negli occhi di chi ci guarda” e Felice Tagliaferri ce lo dimostra con la vita, la sua.

Nato a Carlantino nel ’69, è non vedente da quando aveva 14 anni. Diagnosi: atrofia  del nervo ottico. Nel ’98 ha iniziato a frequentare lo studio del maestro d’arte Nicola Zamboni, scultore bolognese e docente dell’Accademia di Belle arti di Brera.
Campione di judo, giocatore di baseball..ma il suo grande amore è la scultura. Primo maestro non-vedente a gestire una vera e propria scuola di arti plastiche: si chiama “Chiesa dell’Arte“.

L’Amministrazione Comunale di San Bolognese (BO) ha messo a cristo-rivelato-messinadisposizione dello scultore un ex edificio ecclesiastico completamente ristrutturato e adattato allo scopo, grazie anche al contributo della Fondazione Carisbo e all’Associazione Onlus “lo Spirito di Stella“, presieduta dal velista disabile Andrea Stella.

I corsi sono rivolti a tutti: dai bambini agli adulti, senza limiti d’età. Per appassionati d’arte, persone con disabilità, studenti, operatori sociali, associazioni e aziende. Tuttavia i percorsi non hanno una sede fissa, ma viaggiano insieme al suo conduttore.

A questo proposito segnaliamo che a Milano, in collaborazione con l’Istituto dei Ciechi, la scuola organizza dei laboratori di scultura aperti a tutti. Ecco le prossime date:12-13 aprile, 10-11 maggio 2014. Per maggiori informazioni: www.istciechimilano.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *